home  contatti  
Il sentiero del Dürer
      
 
 

Dal Klösterle di San Floriano
alle Piramidi di Segonzano

Fino al secolo scorso l'Adige, privo di argini e sovralimentato dal Noce era soggetto a continue inodazioni e proprio la loro frequenza costringeva il viaggiatore a prendere la via alternativa per permettere di evitare gli impaludamenti per raggiungere Verona o Venezia.

Nel 1494 il pittore tedesco Albrecht Dürer fece il suo primo viaggio in Italia, per recarsi a Venezia, in seguito alla documentata alluvione, dopo aver probabilmente sostato al "Klösterle" di San Floriano presso Egna (costruito nel XII secolo e legato alla accoglienza dei viandanti) dalla piazza di Laghetti (m. 213) deviò lungo il sentiero per Pochi.

Superata la forra del rio Lauco attraversò il ponte detto "romano" attraversò Pochi di Salorno, salì fino al passo del Sauch (m. 915), proseguì per il lago Santo (m. 1200) e scese a Cembra, Faver, Castello di Segonzano (nei luoghi dove eseguì i famosi acquarelli) fino ad arrivare alle Piramidi di Segonzano. Questo percorso storico, conosciuto oggi come "il sentiero del Dürer" fa rivivere, a chi lo percorre, le emozionanti scoperte paesaggistiche dei viandanti di un tempo.

 
 

26 mag 2013:
Con gli occhi del Dürer in Valle di Cembra: Trekking culturale guidato lungo il Duererweg con arrivo al Castello di Segonzano (Info: 0461 683110)

24 feb 2012:
Eletto il nuovo direttivo dell'Associazione Dürerweg. Riconfermato il Presidente Walter Bazzanella. Nominata Vice Presidente la Sig.ra Maria Nardin.


La vita del Dürer
Il territorio
Le tracce del Dürer
Link utili
 
Dürer Haus
Destinazione Castelfeder
Associazione turistica Salorno
 
home page
 
© Copyright Dürerweg - design by GBF Trento